Sessioni fotografiche

Le sessioni fotografiche di famiglia

2 Novembre 2021
paolo borrelli | fotografia analogica | rhamely | donna | ritratto | archivio fotografico

“Nerano, estate 1988” – Io con mamma, foto di papà

Le sessioni fotografiche di famiglia

Ricordi preziosi di momenti straordinari

Quando parliamo di sessioni fotografiche di famiglia, ogni momento è un momento che vale la pena di ricordare attraverso le immagini.

Ho sempre considerato le fotografie di famiglia come “le fotografie di una volta”. Sono momenti intimi che hanno un grande valore, un ricordo nel tempo del quotidiano speciale.

Forse non te ne accorgi ma nei gesti semplici, quotidiani, anche tu hai cura di creare ricordi che conserverai.

Io ho scelto la fotografia perché i miei genitori mi hanno insegnato a vivere guardando le cose con cura e curiosità. Perché sono cresciuta ricevendo le attenzioni che solo l’amore incondizionato di una madre può dare, perché mio padre mi ha insegnato a custodire i ricordi nelle fotografie. Credo nella fotografia perché è un modo bellissimo per avere cura di ricordare.

Ogni volta che riguardo le mie foto degli anni passati, sono grata di poter guardare la mia memoria. E per questo ringrazio la premura che hanno sempre avuto i miei genitori nel racchiudere le emozioni in ricordi. Mio nonno e poi mio padre hanno creato negli anni archivi fotografici di famiglia bellissimi. Mio padre è stato il mio primo fotografo di riferimento. Lui, giornalista e reporter fotografico, mi ha insegnato che l’ingrediente segreto della fotografia è guardare le cose con amore.

Le fotografie di famiglia hanno sempre un posto speciale nel mio cuore, mi muovo con cura e rispetto delle emozione delle persone che ho di fronte, che affidano al mio sguardo e alla mia esperienza il racconto di momenti straordinari e quello di ricordi preziosi.

Ogni servizio fotografico è incontro umano e uno scambio di sensazioni differenti.

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

famiglia | sessione fotografica | ritratti | fotografa | rhamely

L’approccio fotografico in stile reportage permette di cogliere i momenti, le emozioni e l’autenticità, senza intervenire sulla scena.

È la modalità di lavoro che preferisco per cogliere tutta la naturalità delle situazioni. Mi muovo con cura e attenzione e in connessione con la storia che sto vivendo e raccontando.

Le espressioni che vengono fuori risultano sempre autentiche proprio perché il reportage permette a chi sta di fronte all’obiettivo di sentirsi a proprio agio.

Un ritratto non è qualcosa di ovvio, perché scava e mostra qualcosa. Non è un’immagine statica ma un movimento che ti fa viaggiare nel tempo e per farlo utilizza tutti i sensi. Un ritratto è un modo di ritrovarsi, ricordare e scoprire, attraverso la sensibilità di qualcuno che ha saputo guardarci.

Credo che la fotografia sia il modo più bello per avere cura di ricordare le nostre storie.

E tu, ti prendi cura dei tuoi ricordi?

Scrivimi qui

Sono Rhamely, fotografa di storie

Il mio profilo Instagram